Video PNN Con Info









Schema del sistema prototipo + Carretto . Il Carretto porta amplificatore, preamplificatore, batterie al litio, cellule per accensione e spengimento a distanza del prototipo . Il tutto è montato su una piastra di alluminio che ha funzioni di dissipazione termica per il mosfet. Sono stati aggiunti successivamente altri radiatori in modo tale che tutto non superasse i 3500 grammi (limite di peso per la sensibilità della bilancia elettronica Kern)





Il Carretto aggaciato al Prototipo F432

Il “carretto” è stato allestito da 3 ingegneri : Ing. B. , Ing. M. e Ing. F. che vogliono per il momento avere completa riservatezza e anonimato



Ulteriori informazioni di come si è svilluppata la ricerca sulla PNN dal 2003 fino ad oggi si trovano in http://www.asps.it/another.htm











Video.Carretto basculante su Disco titanio . Il prototipo non è ancora attaccato in basso







Video.Pnn dislocata lungo e come asta di un bilanciere. Dall’alto verso il basso : carretto vicino al fulcro del bilancere, sotto prototipo F432, ancora più sotto astina che porta l’indice illuminato da un laser





Schema iride proiettata da laser che allarga il suo fascio attraverso una lente





Laser e lente con velo nero antiradiazioni e.m.







Video.Test PNN condotto da Emidio Laureti e Rinaldo J. in stato ON del prototipo. Il test è molto importante dato che è stato fatto in presenza e collaborazione del nostro tecnico Rinaldo al quale era stato affidato il telecomando da manovrare e all’inizio lo ha anche manovrato male. Nel senso che per tenere il prototipo in stato ON il pulsante deve essere sempre tenuto premuto puntando contestualmente la fotocellula sul prototipo. Questo test dimostra due cose : la prima che viene violato il III di Newton e poi anche che la seconda legge della dinamica non è più la stessa nel senso che la spinta aumenta con l’andare del tempo tant’è che alla fine l’indice sull’iride va fuori scala. Per II di Newton la spinta dovrebbe essere costante a energia erogata costante … mentre nel nostro caso aumenta con l’andare del tempo.  



Prototipo F432 con sotto il laser acceso  

 





Video.Nuova inerzia della pnn in stato OFF . Il test dimostra che cessata l’erogazione di potenza ovvero stato “OFF” l’indice non ritorna subito nella posizione iniziale ovvero il prototipo ha una legge di inerzia accelerata che non coincide con quella newtoniana. Il sistema sembra dotato di una sua Energia Meccanica Virtuale che viene lentamente dissipata. Nei test più lunghi su bilancia kern si vede che contestualmente alla spinta c’è pure una diminuzione di massa del prototipo che si addizione alla forza di spinta. Contando l’allestimento i test su bilancia durano circa un ora e richiedono info aggiuntive per capire i dettagli di tutto.
Vengono trasmessi attraverso fibra ottica al display di un computer
Una cosa sembra certa e dimostrabile sperimentalmente con il prototipo F432 pure a scatola chiusa : con la PNN cambiano tutte e 3 le leggi di Newton. Infatti è matematicamente e fisicamente impossibile che ne possa cambiare una sola ovvero il solo principio di azione e reazione.

 
 





I SETUP SPERIMENTALI




 

 

Il setup sperimentale primario è su pendolo analogo all’asta di un bilancere  basculante su coltello con cui viene illustrato l’esperimento PNN in 4 videoclip e alcune foto .

 Si invita a inserire l’audio durante lo svolgimento dei videoclip. 

Un altro set di sperimentazioni temporalmente più lunghe sono state fatte su bilancia kern elettronica di cui si parla  in Nova Astronautica Vol.38 Numero 157  2018 www.asps.it/vol38.htm

In quel numero di Nova Astronautica  sono offerti ulteriori dettagli pure attraverso due tabelle di spinta di dati trasmessi da bilancia elettronica Kern.

I test su bilancia Kern mostrano un evento imprevisto precedentemente: F432 violando il III di Newton cambia anche legge di inerzia ( I legge) e soprattutto diminuisce di massa per gran parte del tempo durante la sua fase inerziale non newtoniana.

Evento essenziale è la diminuizione di massa durante l’aumento di velocità e accelerazione per non violare la conservazione dell’energia del sistema PNN

Come si vede dalle 2 tabelle in Nova Astronautica n.157  la massa diminuisce nel nuovo stato inerziale per poi ritornare allo stato iniziale dopo dissipazione di tutta l’EMV ( Energia Meccanica Virtuale).

 

Tutti i dati sperimentali trovati e verificati sperimentalmente sono reciprocamente congrui con i nuovi 3 principi della dinamica che  la PNN ridefinisce .

 

Per avere più informazioni sui test sperimentali PNN si auspica la presenza di controparti interessate ai nostri progetti (Costruzione e Commercializzazione di Sistemi di Propulsione  PNN Operanti nello Spazio) con i rispettivi Team Scientifici affinchè assistano direttamente agli esperimenti e alla funzionalità della nuova Fisica PNN oltre ogni ragionevole dubbio .

 Si auspica pure di ripetere i test PNN , previo accordo tra le parti, con le condizioni che le controparti  desiderano ovvero con altri mezzi e eventualmente altrove.

 

Dr.  E.Laureti

Presidente ASPS e Principal Investigator

 

 










HOME