PNNsubitam

Egli ti coprirà con le sue penne
e sotto le sue ali troverai rifugio.
Salmo 91-4







PNN SUBITAM SPACESHIP





After having explained the procedure for violating the principle of action and reaction and passed from 22 hours before take-off to 6 hours and 22 minutes….

And we are not yet at PNN SUBITAM!

Se la PNN Subitam (fasi 1 e 2 già accennate) ovvero si realizzerà un deciso cambiamento di tutte le leggi del moto newtoniane , il luogo ideale di sbarco per porre il primo avamposto umano su Marte non sarà un arido cratere (dove vuole sbarcare Perseverance) , ma questo :





dove c’è già una bella muraglia di ghiaccio dove scavare una o più gallerie.

E l'astronave PNN sarà contenuta in un cubo d'acqua a fini protettivi, nel viaggio dalla Terra a Marte e vicecersa dato che la PNN può trasportare una qualunque quantità di materiali con un numero adeguato di reattori nucleari.
Si colonizza Marte solo portando le migliaia di tonnellate che i razzi non possono portare perché fisicamente NON adatti.
Soddisfacenti quantità di materiali servono per costruire avamposti dove vivere , iniziare attività minerarie, costruire serre dove far crescere piante per alimentarsi e principalmente iniziare a realizzare industrie su Marte!
La dissipazione termica dei kilopower sarà ottima per tenere l'acqua di protezione e quella potabile a temperatura giusta e graduata a seconda delle necessità.
A che serve l'acqua a fini protettivi?
In primis a non essere rosolati e irraggiati dalla radiazione cosmica nel viaggio verso Marte e durante l’esplorazione dello stesso

Dettagli seguiranno ..........



Prototipo PNN SUB321





Introduzione: Attraverso la spinta del prototipo PNN SUB321 sul piatto di una bilancia viene dimostrata la violabilità della seconda legge della dinamica di Newton poiché la spinta aumenta a parità di energia erogata in UHF






SUB321 è il primo prototipo PNN fatto senza componenti ignee che tendono a bruciare se non si dissipa il calore prodotto in fase di spinta PNN.
Il prototipo pesa circa …………….



OMISSIS PER MANTENIMENTO KNOW HOW ………… (solo su Nova Astronautica Gennaio-Febbraio-Marzo 2021 n.167 parte dei dettagli ) ……..

SUB321 è fatto di acciaio , alluminio, rame, vetronite, ferriti, (+ altro ( OMISSIS per riserva di brevetto)) e purtroppo isolanti. E gli isolanti se non li raffreddi prima o poi iniziano a collassare intorno ai 200 gradi centigradi . In pratica cominciano a fumare prima della carbonizzazione.

Il dato formidabile è che è stato RIVERIFICATO è che la spinta di SUB321 è crescente con il tempo .
.



Se la spinta fosse lineare con il tempo dai ai conteggi effettuati per oltre 120 secondi si arriverebbe al

decollo dopo circa 2 ore e 33 minuti!



Ma è stata verificata per la prima volta una non linearità quando la spinta da 0 grammi raggiunge 1 grammo e quando da 1 grammo raggiunge 2 grammi (spinta letta sul display della bilancia elettronica Kern schermata).

In realtà dato il distanziamento diverso tra SUB321 e i contrappesi rispetto al fulcro , alla variazione di spinta di 1 grammo letto sul display corrispondono 1,78 grammi circa di spinta reale del prototipo!

E questo malgrado una alimentazione ………….


OMISSIS PER MANTENIMENTO KNOW HOW SUB321 ………… (solo su Nova Astronautica n.167 parte dei dettagli omessi)
.





si avrebbe decollo come detto dopo 2 ore e 33 minuti circa e quindi viene violata la II legge della dinamica ( F=ma) dato che la spinta è crescente a parità di potenza erogata di 250 watt (circa) in UHF

Ora , con il prolungamento dei tempi di accensione si è scoperto che la spinta è pure non lineare!

Chi non crede alla violazione di F=ma può venirla a vedere in un prossimo Road Show PNN dopo quello del 31 Ottobre 2020 circa la violazione del principio di azione e reazione .


Ma si porti abiti da schermatura e.m. se , dato il tempo di esposizione, vuole evitare una cottura lenta e non vuole finire al prontosoccorso :-)

Come da figura il prototipo è appeso a un braccio A . Sull’altro braccio B ci sono dei contrappesi maggiori del peso del prototipo in modo che alla fine sul piatto della bilancia gravano poco più di 23 grammi.



Figura di SETUP SPERIMENTALE Omessa ….. compare solo su NOVA ASTRONAUTICA n. 167

.



Setup sperimentale essenziale di misura spinta di SUB321 su bilancia Kern opportunamente schermata by E.Laureti





Un coltello fulcro di oscillazione separa i due bracci come da figura.

Quando il prototipo spinge verso l’alto alleggerisce il suo peso sul braccio A in modo che sul braccio B aumenta la spinta verso il basso .
Posando opportuni pesetti si fa in modo che sul piano della Bilancia Kern ci siano appunto poco più di 23 grammi prima della partenza (accensione dell’amplificatore).

Pertanto se il prototipo spinge verso l’alto il peso sul piatto della bilancia aumenta .

Si è scelto come start di partenza un peso con tara di 23,246 grammi .

Tutta la struttura di schermatura è stata suggerita dall’ing Mario Massa circa 2 anni fa e anche con il mio contributo adattato alla bisogna. Debbo dire che la cosa in fondo per quel che compete lo sciancamento delle paralitiche leggi di Newton (incapaci di colonizzare sia Luna che Marte) è equivalente negli effetti ai secchi d’acqua della sora Cesarina

https://www.direnzo.it/it/sora-cesarina-energia-atomica/

;-)


perché per schermare la bilancia Kern è stata usata una scatola per scarpe , rivestita con i fogli di alluminio che si usano in cucina per i cibi :-)


Circa 20 secondi dopo 2 minuti di accensione (in totale circa 140 secondi!) si è spenta l’alimentazione . La spinta di SUB321 superava ampiamente i 4 grammi!


Durante la fase di spengimento mentre l’energia meccanica virtuale diminuiva e l’inerzia cambiava ho RIACCESO per pochi secondi per vedere come SUB321 reagiva…..

Ripetuta la cosa anche in altri test

Risulta evidente la grande manovrabilità del propulsore PNN!

Reazione sembra immediata off – on ! ……
sembra come se si potesse curvare ad angolo acuto con un propulsore PNN ! :-)



.



Buona visione e usate pazientemente qualche cronometro se volete fare dei conti con le misure di spinta riportate dalla bilancia.





Procedura dimostrativa numerica di violazione della seconda legge della dinamica attraverso la PNN .
La spinta aumenta nel tempo a parità di energia erogata……
Poiché accade questa violazione di F=ma è possibile il volo interstellare con la PNN! ….. by E.Laureti …….
il video è lungo quasi 5 minuti




Note :

1) il rumore che si sente durante i videoclip è il rumore delle ventole di raffreddamento dell’amplificatore debitamente isolate onde evitare spifferi perturbativi.

2) Avrei ………..OMISSIS……. dettagli su Nova Astronautica n.167 2021

2) La PNN volerebbe se potesse essere messa in funzione in modo costante e continuo nel tempo ovvero se il raffreddamento a sodio liquido di SUB321 me lo porta e me lo monta la Befana :-) e Babbo Natale invece mi procura 1 mini reattore nucleare tipo kilopower (da 10 kilowatt) :-) con tutti i relativi dispositivi e allacci :-) . Poi c'è il comando e controllo ... la telemetria etc..etc.... nonchè un amplificatore migliore e più versatile di quello in uso.

4) I buoi sono lenti ma la terra è paziente :-)







NOTE: Whoever gives us a real contact with a lender (or more lenders) able to lead us to reach the sum of 4,800,000 euros will have 100,000 euros and 0.1% of the

2020 Patent

already filed for

  PNN Protype F432

















F. S. Historical Collaborator of the ASPS who indicates the lightening curve of the prototype F432 while it is switched on for about 8 seconds on an electronic scale.
It lightens by about 1400 milligrams in 8 seconds while the power delivered is constant, while on the y-axis of the video it is grams instead of milligrams.
Considering its mass it should take off after about 6 hours and 22 minutes if the batteries are not. exhausted first and if all the heat produced by the prototype and amplifier could be actively dissipated.
PNN SUBITAM wants to shorten this period a lot with a faster push.




The SUBITAM is the Eleventh (11) type of PNN propulsion!

As will be described, SUBITAM will be able to take off from the ground so we will have to


raise funds for its construction


which I estimate to be around 4,800,000 euros at the beginning [phase 1)]


Informations at

asps@asps.it




In this battery-powered prototype (on which F432 was mounted) there is the first model which serves to highlight some problems that must be addressed for phase 1)






PREMISE :



Now the main excuse for blocking PNN is that it violates the conservation of momentum (qdm).
And therefore unfortunately an observable (the momentum) deriving from the Newtonian past is opposed to an observable experimental datum of non-Newtonian physics ??.

This is my answer to a university professor:

Physicist Valter Moretti (University of Trento) of the III applied to the electrodynamic field www.asps.it/azione.htm so says

In Newtonian mechanics the third principle is thus stated. "With reference to an inertial system, assigned two bodies A and B, if A exerts a force F on B then B, at the same instant, exerts a force -F on A" F and -F are
vectors In stronger strong form, the third principle also states that if A and B are point bodies the forces F and -F lie along the joining the two bodies. Now in electrodynamics if the two bodies are charged, precisely due to the delay effect that you mention due to the mediation of the electromagnetic field, the third principle as I have stated above does not apply. The EM field cannot be considered a body for various reasons (not even in continuum theory essentially because it does not define a velocity field ...) so the third principle cannot even be formulated for the charge system + EM field " ... ....... While for electrodynamics the third principle is not valid or can be formulated according to taste, the conservation of the total impulse, if you also include the EM field in the system, continues to be valid ....... "

Non-conservation of momentum is unfortunately used to block PNN

Fortuna wanted it to be found experimentally in 2018 a violation of the momentum that ONLY APPARENTLY NOT RELATED TO PNN

Here are the surprising details ………………….

PNN is not alone in violating impulse conservation



########################################








...

IN ALL THE PNN TESTS, THE THRUST SEEMS TO GROW WITH EQUAL POWER DELIVERED also violating the relation F = ma
And this must happen on a logical level since it is not possible that the principle of action and reaction and the other 2 Newton's principles remain identical



But unfortunately we must have better and ad hoc instrumentation to re-verify everything with greater precision and longer experimental durations.

I repeat F = ma it seems to grow with the same power output ....
with F432 on battery and on scale (NOW FAULT) I was forced to turn off after about 80 seconds .. both for the pumped-out lithium battery and because it did NOT dissipate actively heat from the amplifier department. Eng. Mario Massa put a thermostat near the ITB amplifier for me to avoid breaking everything).

Detail again: I made a first account (WITH THE FEW DATA ON THE THRUST THAT I COULD SEE) in which the battery block F432 that did not exceed 4 kg in weight would take off after about 17 hours!
Subsequently it is all was retried with FS and the duration of take-off times has further shortened










CURRENTLY MORE THAN WORDS COLLABORATIONS WE NEED MATERIALS, SUITABLE PERSONNEL AND ELECTRONIC ENGINEERS to pay, larger labs, ad hoc equipment to be built since unfortunately what PNN needs is nowhere to be found
That is, ECONOMIC RESOURCES.




You want to go to Mars?



without wasting time with the farce based on colonies with cartoons of Moon and Mars and spaceships in the shape of ridiculous suppositories?
Dateci un minimo delle risorse che si sperperano con questi ridicoli mezzi propulsivi








Spaceships that lose mass and are a concert of empty bins abandoned out of desperation on any long journey ……………. (see ESA, NASA & Musk etc… .etc …)





In realtà il padre fondatore dell’astronautica a supposte non è Von Braun ma è questo:





Quando contestiamo la comica astronautica a trombetta e i loro fans non facciamo altro che ripetere che con

LA COSIDDETTA EQUAZIONE DEI RAZZI


non colonizzi e industrializzi nulla (neppure la Luna)

Purtroppo se non la capisci bene la suddetta equazione continuerai a fabbricare e appestare lo spazio con le supposte chiamati razzi... certo come il primo CEO delle supposte .... puoi rompere il *azzo agli inglesi (V1 e V2) .... ma colonizzare (leggasi industrializzare) anche la Luna rimarrà un sogno.
Guardatevi il logaritmo dell'equazione dei razzi e www.asps.it/gotha.htm prendetevela con quello :-)
In realtà prima supposta a massa di reazione totalmente interna è questa V2:







Purtroppo I fans dell’astronautica a trombetta non capiranno mai che una cosa è rompere il ca*** agli inglesi con le supposte un altra, totalmente diversa , è porre una base permanente con le trombette sulla Luna e su Marte.

Dal 1969 (Apollo 11) ovvero da più di 50 anni la guerra della colonizzazione di Luna e Marte è persa allo stesso modo con cui il padre fondatore/finanziatore della missilistica a peti rombanti perse un altra guerra.
La sua sfiga e incompetenza ancora aleggia potente sui destini dell’astronautica :-)













Give us the chance to work! Ma anche se non l’avremo andremo avanti lo stesso :-)











HOME