“Egli ha fatto le costellazioni delle Pleiadi e di Orione” [Amos 5,8]









Tempistica per la rivoluzione nella propulsione in accordo a : quanto detto in precedenza





F242 is an innovative (2016) PNN (non newtonian propulsion system ) able to demonstrate experimentally the procedures for implementing the interstellar flight by the change of the classic inertia law





L’asta verticale e rigida del pendolo balistico attraversa il prototipo in modo che il prototipo si possa essere spostato lungo la stessa








Come ho già detto la violazione del principio di azione e reazione comporta una diversa legge di inerzia Più precisamente cosa vuol dire "cambiamento della legge di inerzia" per la pnn?
Che quando spegni l'alimentazione il  prototipo perde lentamente la sua accelerazione ...
la legge di dissipazione ora ancora non la conosco ma dipende dai contatti con l'ambiente del lab :aria, cavi coax , etc.
Ovvero che il prototipo rimane inclinato sul pendolo balistico pur con alimentazione nulla! Ora ci si può chiedere cosa accade se si continui ad alimentare il prototipo? A parità di energia sperimentalemete (e dico SPERIMENTALMENTE!) che la spinta aumenta..... il sistema che misura la spinta va fuori scala!
E’ quello che ho potuto misurare 22 Aprile 2016 aumentando opportunamente la durata della spinta e riducedo la potenza di alimentazione (circa 180 watt)
Il prototipo ha acquisito una energia meccanica di tipo ignoto oltre qualla cinetica. Ho ottenuto in pratica alla fine del periodo di spinta inferiore ai 4 minuti circa 2.56 grammi di spinta per F242 superando ampiamente i 190 milligrammi testati precedentemente.
Essendo complessa la procedura di misura sul nuovo pendolo balistico verrà rifatta.
Comunque tutto un report dettagliato in seguito verrà dato su Nova Astronautica


Non ne conosco esattamente la legge di incremento matematica dell’inerzia ma spero che non sia di tipo esponenziale ( difficilmente controllabile da un certo istante in poi) come descritto in  

http://www.calmagorod.org/inerzia-della-pnn/



 Ora se la spinta aumenta c'è anche la dissipazione da contatto con l'ambiente terrestre che non so ancora che punto di equilibrio abbia . Naturalmente con la spinta che aumenta sotto alimentazione in alta frequenza > 100Mhz l’aumento di temperatura mi impedisce per ora di tenere sotto spinta il protoripo oltre i 4 minuti per evitare fusioni interne (oltre 200 gradi misurati con la  telecamera termica) .

Ora ritengo che gli aumenti termici che siano dovuti in gran parte al basso rendimento dei materiali che sono costretto ad usare non avendo le conoscenze specifiche e risorse per costruirne altri.

Tornando al punto e facendo il tutto con materiali adatti che non ho e con un controllo termico del tutto assente per ora ne attivo e passivo .... I miei sistemi di misura mi dicono che a parità di energia erogata la spinta del sistema aumenta.
Dove può arrivare? ... non lo so ORA.
Non posso mostrare tutta la struttura del pendolo balistico perché non è brevettato.




Il sistema di misura della spinta (laser che rileva lo spostamento di un indice coperto da un rettangolo di alluminio) è situato in basso all’asta del pendolo balistico. Dalla foto a sinistra coperto dal nastro adesivo l’ ”occhiale” che focalizza il raggio laser sull’indice. Come detto più volte il laser deve essere tenuto il più possibile lontano dal campo e.m. del prototipo per evitare la sua distruzione.





Maggiori info dal n.147 di Nova Astronautica





And in the english blog of SergioZ









Informazioni complete abbonandosi a Nova Astronautica oppure recandosi nelle apposite biblioteche dove il periodico Asps è inviato















HOME