COPIATI PNN NIPPONICI (NON RIUSCITI)

 

Oggetto: un mio brevetto PNN sembra copiato non bene alcuni anni fa  da 2 giapponesi.

Come già detto alcuni anni fa  in Nova Astronautica n.143 www.asps.it/na.htm ,  2 giapponesi si sono ricopiati (male e/o con loro interpretazioni della questione) un mio brevetto  del 1998 sulla PNN

http://www.asps.it/apensar.htm

 E  se lo sono ripubblicati pure a nome loro . 

Da qualche anno si fanno pure pagare il relativo articolo http://onlinelibrary.wiley.com/doi/10.1002/%28SICI%291520-6432%28200004%2983:4%3C31::AID-ECJB4%3E3.0.CO;2-B/abstract     :-)

Ecco copia dell’inizio del loro articolo ( notare la data 2000 ovvero successiva a quella del deposito di brevetto del 1998)

Wiley Online Library

<a href="/action/clickThrough?id=1013&url=https%3A%2F%2Fpubads.g.doubleclick.net%2Fgampad%2Fjump%3Fiu%3D%24googlePublisherCategory%26amp%3Bsz%3D728x90%26amp%3Btile%3D1%26amp%3Bc%3D%24random&loc=%2Fdoi%2Fabs%2F10.1002%2F%2528SICI%25291520-6432%2528200004%252983%253A4%253C31%253A%253AAID-ECJB4%253E3.0.CO%253B2-B&pubId=44627555&placeholderId=1015&productId=101018" target="_blank"> <img src="https://pubads.g.doubleclick.net/gampad/ad?iu=$googlePublisherCategory&amp;sz=728x90&amp;tile=1&amp;c=$random"> </a>

Electronics and Communications in Japan (Part II: Electronics)

Volume 83, Issue 4

Analysis of electromagnetic propulsion on a twoelectricdipole system

Noriaki Obara

Communication Research Laboratory, Ministry of Posts and Telecommunications, Kashima, Japan 3140012

Search for more papers by this author

Mamoru Baba

Faculty of Engineering, Iwate University, Morioka, Japan 0208551

Search for more papers by this author

Noriaki Obara

Communication Research Laboratory, Ministry of Posts and Telecommunications, Kashima, Japan 3140012

Search for more papers by this author

Mamoru Baba

Faculty of Engineering, Iwate University, Morioka, Japan 0208551

Search for more papers by this author

First published: 13 March 2000

https://doi.org/10.1002/(SICI)1520-6432(200004)83:4<31::AID-ECJB4>3.0.CO;2-B


Abstract

This paper considers the electromagnetic propulsion of a body radiating directed electromagnetic waves. As the source of electromagnetic waves, a system consisting of two electric dipoles is chosen. The electromagnetic propulsion this system receives from the surrounding space is theoretically analyzed and discussed. This propulsion is related to the near field formed by the dipoles and exhibits the maximum propulsion at a characteristic dipole spacing. © 2000 Scripta Technica, Electron Comm Jpn Pt 2, 83(4): 31–39, 2000

 

#########################

 

La procedura di spinta originale, oltre che su Nova Astronautica organo ufficiale dell’Asps ,  è stata pubblicata pure qui  https://forum.nasaspaceflight.com/index.php?topic=42239.0 dove c’è la descrizione della spinta di due dipoli a mezz’onda di tipo propellantless affacciati sui lati opposti di un rettangolo.Altri dettagli in Nova Astronautica  http://www.asps.it/novafiorenza.htm e in

www.asps.it/setupdip.htm

Questa l’email  di un anomimo Giancarlo che mi informava  Il 20/06/2010 del copiato giapponese , altrimenti MAI lo avrei saputo

------------------------

Gent. mo Prof. Laureti
le invio un articolo:
Noriaki Obara, Mamoru Baba, Electronics and Communications in Japan, part 2, 83 (4),31,2000

Mi chiamo Gianluca, mi sono laureato a Pisa in fisica teorica e ho fatto il dottorato in Texas sui sistemi complessi, processi di diffusione anomala e sistemi furori dall'equilibrio termodinamico.
Tramite il suo sito, sono a conoscenza del progetto condotto dall'ASPS sulla PNN sin dal 1997.
Anche se non risponderà a questa email le consiglio vivamente la lettura dell'articolo allegato e mi faccia sapere. Incredibile, ma mi aspetto una sua risposta.

La ringrazio per la sua attenzione.
Gianluca    

-----------------

Come ho detto a Gianluca bisogna imparare a copiare bene e trovare/indagare  sempre “bene”  le parti che mancano :-) dato che il diavolo è nei dettagli. Perché se ti va bene ti ritrovi a costruire qualcosa come l’emdrive di cui non capirai purtroppo nulla e sono in migliaia a non capire ancora nulla da circa 20 anni  https://en.wikipedia.org/wiki/RF_resonant_cavity_thruster    J

Per inciso del Sig./ dr. Gianluca non so nulla anche perché anche lui cercava  informazioni sulla PNN e non avendole ottenute rapidamente scomparve come apparve  … insieme alla sua  email che persi in un crash del computer  anni  fa.

E.Laureti

##############################

 

Aggiungo una parte di un articolo su Nova Astronautica Vol.36 n.143 del Gennaio-Febbraio-Marzo 2015 che lega pure i copiati giapponesi della PNN del 2000 ai “pensili” dell’OCA successivi.

Come dire i pensili erano pure per far copiare ai giapponesi quello che volevo io. Quella del mantenimento del know-how della PNN è stata ed è  una guerra  e ci si comporta conseguentemente.

Ecco alcuni passi di quell’articolo:

 

            PROGRAMMI ASPS 2015

In riferimento al principio di funzionamento della pnn illustrato nel recente sito   ASPS   www.calmagorod.org

   Raman ( i.e. Giancarlo de Marchis) scriveva in riferimento a

   http://www.calmagorod.org/pnn-la-sua-genesi/     (url disattivata nel 2018)

 

 -------

Non credo Laureti che Maxwell non avrebbe osato quello che osa Lei col motore del Timore del Signore.

 

Parto purtroppo dal principio medioevale (fuori epoca e paranoico attualmente per molti)  che l’universo intero come le Americhe sia esplorabile e convertibile alla Fede Cristiana … perché questo accada devi sfasciare fisicamente la propulsione esistente in quanto come dire limitativa  ingabbiante e  quindi ideologicamente  “satanica” J

 

Secondo me data la simmetria dei campi nella figura D2 il buon James Maxwell le correnti nelle spire le  avrebbe messe a zero. Invece nella sua scelta c’è indubbiamente della genialità.

 

Colombo rompeva la base dell’uovo … l’ho imitato rompendo il piano di appoggio ..i.e. il centro dei dischi :-) Cmq… deve sapere che già nel 1901  come riportato da alcuni  (Nova Astronautica n.139 , 2014 pag 22 )  veniva detto “.....In 1901, Henri Poincaré pointed out that the Newton's third law is  violated if the displacement current does exist ... This conjecture implicates that, according to Maxwell’s equations, a net propulsion force can be generated from electromagnetic interaction……”

(H. Poincaré, Électricité et Optique (Paris: G Carré et C Naud), 1901, pp 465-6)

 

Buon viaggio, quando sarà  (concludeva De Marchis).

 

Spero mi crederà se le dico che ho grossi problemi tecnici circa la stabilità dei sistemi che debbono generare la spinta pnn e che  devo autocostruire  purtroppo della componentistica  che su questo pianeta non si trova  :-)

Per fare un esempio molto attinente nel Febbraio 2015   mi hanno chiesto ben 5000 $ per un grammo di materiali lavorati secondo mie specifiche che non sono oro e neppure materiali radiattivi....

Materiali che non sono neppure lontanamente proprio quello che servirebbe per incrementare la spinta pnn … ma solo lavorazioni che potenzialmente potrebbero essere fatte da una industria se richieste.

 

Comunque se la Fusione Fredda viene  contestata A LIVELLO TEORICO quanto illustrato nell’url http://www.calmagorod.org/pnn-la-sua-genesi/ non è stato mai contestato da alcuno in circa 2 anni che è in rete perché  dovrebbero concludere che J.C.Maxwell ha sbagliato J .

A dire la verità ho fatto quanto illustrato e descritto nel link di cui sopra anche per l’ ONORE DELLA FISICA  come  spero di poter spiegare in dettaglio nei test sperimentali pubblici all’Asps-Calmagorod quando potrò realizzarli.

……………….

……………………………….

Nel 2005 ho mostrato a chi di dovere la PNN sperimentale per un certo tempo "pazientemente" con procedure AD LIBITUM DELLA CONTROPARTE.

La prossima volta ho già promesso di chiamare Mario Massa e chi del suo gruppo lui riterrà opportuno al fine di verificare se mento o meno circa la violabilità del principio di azione e reazione newtoniano.

………………..

……………………………………

Solo recentemente è caduta in usenet in modo massivo la contestazione che la PNN non esiste da parte dei nostri fieri nemici e diffamatori italici radunati nella www.asps.it/gotha.htm .

Infatti da quando la NASA è impegnata in sperimentazioni  su un sistema di propulsione elettromagnetica (EM drive)  i.e. Propellantless Propulsion   gli anti pnn  italici che coerentemente dovrebbero dire che non esiste neppure la pnn della NASA , stranamente non lo fanno più perché evidentemente l’abito (la Nasa) fa il monaco (la Pnn).

Comunque ... nell’EM drive usano una configurazione del tutto diversa dalla   mia …..oltre che un altra frequenza e hanno una spinta massima di circa 11.83 milligrammi per 16,9 watt. (così dicono loro)

E la cosa peggiore (migliore per l’Asps) è che sembra non capiscano

nulla del principio di spinta  tant’è che ancora annaspano nel capire il

principio propulsivo  dell'EM drive…l'ultima è  una spiegazione  comica della spinta dell’EM drive attraverso l' "inerzia quantizzata"  J

 

Comunque non voglio negare che sono in ritardo rispetto a quello che nel 2005 mi ripromettevo e quindi per decidere i successivi passi ricapitolo tutta la questione della PNN elettromagnetica del 2000 in poi.

 

Premesso che le idee della pnn sono prototipi e non idee e/o ciarle teoriche

verificate solo da noi e da terze parti legate all’Asps, e che anche quelle che io chiamo ciarle teoriche sono giustificate a livello teorico pure dagli opponenti della pnn (leggasi www.asps.it/azione.htm ) nel 2005 dichiaravamo che il prototipo/i pnn di classe SC2.12  con perfezionamenti successivi denominati TdS1 , P10F02 e P26MR05 non avevano:

 

   1) parti mobili in movimento all’interno,

2) che la  scatola che conteneva il prototipo non si spostava  per espulsione di massa di reazione,

3)  ne per movimentazione di massa di reazione esterna ,

4) ne per effetto di forze esterne di qualunque tipo                

 

Alla controparte (Marconi Dynamics)  era data ampia libertà di trovare eventuali forze esterne nella nostra zona sperimentale  o in qualunque lab a loro scelta, ovvero trucchi di qualunque tipo anche quello di   fare loro un prototipo che offrisse le stesse spinte “sempre a scatola chiusa”.

 

 I test di spinta pnn  a scatola chiusa potevano essere fatti su

 pendolo balistico , bilancia a bracci , pendolo torsionale  (con ampia verifica che i sistemi di misura non fossero in alcun modo truccati)

 

La controparte  (MD) fu convinta dal solo test su pendolo balistico

Fu pure permesso alla controparte di fare quel che voleva per testare la funzionalità come rivestire il prototipo con una sua schermatura onde evitare che venisse emessa massa (invisibile o ignota ) in qualche modo.

 

Stilammo per tutto dei protocolli e tali condizioni  di verifica sperimentale sono state mantenute fino al 2008.

Se qualcuno ha tempo da perdere può trovare molti link nelle nostre url che spiegano tutto quello che possiamo dire senza perdere il know-how della PNN.

 

Dal 2013 esiste l’OCCC e chiunque “può provare” a rifare le stesse cose con know-how a disposizione nell’url  http://www.calmagorod.org/

…mi consenta di aggiungere uno smile  J  per i “copiatori” dato che il diavolo è nei dettagli

….

Aggiungo  anche che se non riuscirò sperimentalmente a fare quello che voglio (non ho più le stesse forze che avevo nel 1979)  nella evoluzione sperimentale della pnn sarò costretto a dire tutto prima o poi sul nostro organo informativo Nova Astronautica (la pazienza non è in quantità infinita) ….

e purtroppo a depositare un brevetto che si ricopieranno/ripubblicheranno in altre forme molti alla velocità della luce http://www.asps.it/apensar.htm  

 … dato che c’è chi fruga nella nostre url sistematicamente (lo leggo dai contatori) sperando di trovare qualcosa [ in testa gli Usa ,poi e Cina e Russia …. È prevista pure la lettura dell’hard-disk  dell’Asps J ]

 

…. In conclusione lo sanno in molti DA SECOLI che il principio di azione e reazione in elettrodinamica non vale non avendo senso operativo,  http://www.asps.it/2pesi2misure.htm …. Il problemino per loro è  come si fa a passare dalla teoria illustrata in www.calmagorod.org alla realizzazione pratica

essendo la fisica la scienza del “come” e non del “perché”.

 

Da quando 2 giapponesi si sono ricopiati un mio brevetto (italico) del 1998 sulla pnn e se lo sono ripubblicati a nome loro http://www.asps.it/article2.pdf  [ e

qui pare pure che si facciano pure pagare il “presunto copiato”

http://onlinelibrary.wiley.com/doi/10.1002/%28SICI%291520-6432%28200004%2983:4%3C31::AID-ECJB4%3E3.0.CO;2-B/abstract]

su certi dati ESSENZIALI della pnn mento sistematicamente per autodifesa ….e pensare che ho saputo del copiato giapponese circa10 anni dopo che l’avevano fatto attraverso un fisico di Pisa neppure simpatizzante asps.

……………..

Vorrei dire altro ma purtroppo non posso circa la pnn  anche perché non ho ancora costruito o potuto costruire una struttura che difenda la pnn italica a

livello nazionale e internazionale attraverso brevetti fatti come si deve

ovvero con risorse economiche  adeguate a pagare avvocati e esperti nella estensione internazionale di un brevetto e nelle relative cause legali che potrebbero verificarsi.

 

L’unico mio proposito per quest’anno e’ poter iniziare i test pubblici della pnn ai fini di reperire aiuti e risorse attraverso la pubblicità.

…………………….

…………………………………..

Tutta la nostra difesa ripeto sta in pochi segreti essenziali gelosamente custoditi

perché , mi si consenta l’espressione, ho sputato sangue prima per capirli e poi per realizzarli……………….

…… come diceva Saint Exupery l'Essenziale è invisibile agli occhi.

 

Saluti a tutti.